Gli insegnamenti della fede

Afferra saldamente l’istruzione, non lasciarla andare; conservala, perché essa è la tua vita

Proverbi 4, 13

Lo scopo di questo incarico è l’amore che viene da un cuore puro, da una buona coscienza e da una fede sincera
I Timoteo 1, 5

Già lunedì abbiamo riflettuto sulla figura di Timoteo e sull’educazione alla fede. I due versetti di oggi parlano a degli adulti che devono ricordarsi della loro istruzione. Nei Proverbi è la Sapienza che parla, che ha istruito personalmente il figlio che ora deve afferrare e conservare l’insegnamento ricevuto. Mi chiedo che cosa ho imparato io da Dio che non devo dimenticare.

È, al tempo stesso, il pregio e il dramma di una buona educazione che il soggetto non si renda conto di aver ricevuto proprio quell’insegnamento. Il tema è talmente interiorizzato che non può più essere visto come qualcosa di ricevuto, ma sembra far parte dell’essere.

So quanto è diversa una vita che è basata sull’amore incondizionato da una vita che non conosce l’amore. So che posso fare delle scelte diverse conoscendo e avendo interiorizzato la libertà. So che le mie decisioni prese seguendo i comandamenti di Dio possono essere differenti e talvolta poco comprensibili per persone che non hanno come base della loro vita quest’insegnamento.

I Proverbi ci ricordano di afferrare saldamente l’istruzione della fede perché essa è la vita. Preciserei: una vita vera come Dio se la immagina.

Anche Timoteo deve ricordarsi e può fare affidamento sull’insegnamento che ha ricevuto, perché egli ha un compito da svolgere e lo scopo di questo incarico è l’amore. Solo chi ha ricevuto e sperimentato l’amore può dare amore. Chi invece ha dovuto crescere senza sentirsi amato farà per tutta la sua vita grandissima fatica ad accettare l’amore e ad amare altri. Questa non è una minaccia ma la dura e pura verità dei fatti.

Come Timoteo siamo esortati a ricordarci dei buoni insegnamenti della fede che abbiamo ricevuto e a metterli in pratica per trovare così la vita che Dio s’immagina per noi.

Ulrike Jourdan

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *